Numero persone con problemi tiroidei in Italia

Ipertiroidismo

IpertiroidismoLa tiroide è una ghiandola che produce gli ormoni c.d. tiroidei: tiroxina (T4) e triiodotironina (T3) L‘ipertiroidismo è una sindrome che deriva da un eccesso di questi ormoni, che hanno una grande importanza in quanto intervengono in tutte le reazioni metaboliche e dello sviluppo del corpo. La tiroide, nei soggetti che sono colpiti (l’1% delle donne e lo 0,1% degli uomini), liberano grandi quantità di questi ormoni provocando una accelerazione metabolica (la velocità con la quale il corpo sfrutta l’energia). Infatti vengono accelerati tutti i processi organici causando un aumento della temperatura corporea e dell’attività e frequenza cardiaca. L’ipertiroidismo porta ad una serie di disturbi e possibili danni ad organi importanti come al cuore.

Cause

L’ipertiroidismo può avere diverse cause. La più frequente è il Morbo di Basedow (o morbo di Graves o gozzo tossico diffuso), che insorge soprattutto in giovani donne fra i 20 ed i 40 anni. L’ipertiroidismo può riscontrarsi anche nel gozzo multinodulare tossico ; in questo caso, uno o più noduli presenti da anni nella tiroide comincia a funzionare più del dovuto producendo ormoni tiroidei in eccesso.
Nel caso del morbo di Plummer , invece, nella tiroide è presente un solo nodulo (e non tanti come nel gozzo) che, producendo grosse quantità di ormoni tiroidei, causa il quadro di ipertiroidismo.

Possono influire tuttavia anche fattori ereditari ed ambientali quali infezioni, stress, fumo, alcuni farmaci. Anche l’ eccesiva assunzione di iodio può causare l’ipertiroidismo ( abuso di sale iodato ed integratori quali fucus o laminaria).
Le cause sono quindi molteplici a volte concomitanti di tipo ereditario, ambientale (lo stile di vita può essere una causa scatenante)