Per gli amanti di coperte e tazza calda da sorseggiare in mano, la tisana alla melissa, da sorseggiare nelle fredde serate autunnali, è davvero ricca di virtù: attenua lo stress, il nervosismo, l’ipereccitabilità nervosa, ma anche nevralgie, vertigini, tachicardia e palpitazioni nervose.

Un toccasana contro i dolori mestruali, è un ottimo digestivo, antivirale e antibatterico.

Consigliata contro color irritabile, gastrite, nausea o vomito, la tisana alla melissa esercita un’azione sedativa contro l’insonnia, specie se la pianta officinale viene abbinata alla camomilla.

Come realizzarla in casa? Ponete in una teiera un mazzetto di foglie fresche o un cucchiaio e mezzo di erba esssiccata, versandovi sopra 75 cl di acqua bollente. Copritela, lasciando la tisana in infusione per circa 10/12 minuti per poi filtrarla e berla ancora calda. Per preparare il decotto: gli stessi dosaggi della ricetta precedente vanno posti in un pentolino con un litro di acqua, lasciando sobbollire per 10 minuti.

Spegnete e attendete altri 10 minuti prima di filtrare e consumare.

Ottima contro i crampi addominali, nei casi di ipertiroidismo e contro i reumaitsmi, non va assunta in gravidanza, allattamento, in caso di ipotiroidismo e se si soffre di glaucoma. Nei casi dubbi è doveroso un consulto preventivo col proprio medico circa eventuali possibili effetti indesiderati.