Di mercoledì 2 dicembre 2015

Chi è affetto da patologie tiroidee di solito trae beneficio dal consumo di alcuni alimenti. Tuttavia alcune patologie della tiroide come ipertiroidismo richiedono cautela nella scelta di alcuni cibi.

Chi è affetto da patologie tiroidee di solito trae beneficio dal consumo di alcuni alimenti. Tuttavia alcune patologie della tiroide come ipertiroidismo richiedono cautela nella scelta di alcuni cibi.

 

Per svegliare una tiroide addormentata da patologie come l’ipotiroidismo, oltre a seguire le cure farmacologiche prescritte dal medico, si dovrebbero consumare determinati alimenti che stimolano il metabolismo e che, grazie al loro contenuto di vitamine e minerali adatti, aiutano la ghiandola a lavorare meglio.

Lo stesso vale per chi non ha particolari problemi tiroidei, ma vuole comunque mantenere la tiroide in forma e di conseguenza mantenere un buon metabolismo.

 

Ecco quindi gli alimenti che fanno bene alla tiroide

 

    • Alghe di mare – sono ricche di iodio, potente stimolante della tiroide. Portate in tavola dunque fucus, wakame, kombu, arame e dulse. Ma attenzione, se al contrario la vostra tiroide funziona troppo, state lontani da queste alghe e dagli alimenti che la stimolano.
  • Avocado e patate – sono fonti importanti di tirosina, un aminoacido che negli ipotiroidei risulta molto basso.
  •  

  • Fagioli – non solo sono una ricca fonte di iodio, ma apportano un buon quantitativo di fibre e gli ipotiroidei spesso soffrono di stitichezza.
  •  

  • Erbe e spezie – prezzemolo, pepe nero, curcuma, cannella, peperoncino e zenzero hanno un potente effetto termogenico sul metabolismo. Se vi abituate ad usare il coriandolo poi, aiuterete a disintossicare l’organismo dal mercurio, un minerale nocivo per la tiroide.
  •  

  • Olio di cocco – grazie ad una particolare composizione di grassi saturi aiuta il lavoro della tiroide, favorendo un metabolismo più veloce.