Le patologie tiroidee derivano da disfunzioni della ghiandola tiroide, una ghiandola endocrina posta alla base del collo che produce l’ormone tiroideo, sotto forma di tirosina (T4) e triiodiotironina (T3)… che agiscono sulla velocità del metabolismo nonchè sulla crescita e lo sviluppo. La tiroide secerne anche un terzo ormone la calcitonina, che regola la concentrazione di calcio nel sangue. Tanti i sintomi delle patologie tiroidee: nei casi di ipotiroidismo, si verifica un aumento di peso, mentre nell’ipertiroidismo, invece, il 52-85% dei soggetti vanno incontro a un aumento del metabolismo e a un sensibile dimagrimento.

Entrambi sono caratterizzati da astenia e adinamia, ovvero perdita di energia e forza muscolare, all’ipotiroidismo sono spesso associati disturbi della memoria, sonnolenza, difficoltà di concentrazione, pensiero rallentato, scarso rendimento scolastico o lavorativo.

Nell’ipertiroidismo si ha quindi un aumento delle contrazioni intestinali, con produzione di feci non formate.

Al contrario, nell’ipotiroidismo può manifestarsi stipsi Nell’ipertiroidismo sono frequenti insonnia, nervosismo e sbalzi di umore.

I soggetti colpiti da ipotiroidismo sono nel 90% dei casi intolleranti al freddo, mentre nei casi di ipertiroidismo si ha un’elevata sensibilità al caldo.

Gli esami del sangue ci dicono se la tiroide funziona bene: il TSH: è l’esame principale dello screening. Se il TSH è alto vuol dire che la tiroide funziona poco; se è basso, è possibile che la tiroide funzioni troppo, vanno comunque completati gli esami, dosando anche gli ormoni tiroidei. L’FT4: è il principale ormone prodotto dalla tiroide; si dosa la frazione libera nel sangue. L’FT3: è l’altro ormone tiroideo prodotto dalla tiroide, ma anche derivante dalla trasformazione della T4 negli organi periferici. L’ecografia tiroidea è tra gli esami che ci danno l’immagine di “come è fatta” la tiroide, è quello più usato: “fotografa” la struttura del tessuto tiroideo e evidenzia se la tiroide è ingrossata, se ci sono noduli ecc.

L’ecografia tiroidea è una metodica indolore e non invasiva, utile ad accertare la presenza di noduli o cisti e di verificare la dimensione, la struttura e il corretto funzionamento della ghiandola, individuandone possibili alterazioni. Il dosaggio ematico al TSH e l’ecografia tiroidea sono particolarmente indicati per coloro che presentano fattori di rischio come familiarità, esposizioni di tipo ambientale o a radiazioni.